Domenica, 14.07.2019 - ore 21,00

Cinema: “Green Book”

Green BookCommedia
2019
USA
Durata: 130 min.

New York City, 1962. Tony Vallelonga, detto Tony Lip, fa il buttafuori al Copacabana, ma il locale deve chiudere per due mesi
a causa dei lavori di ristrutturazione. Tony ha moglie e due figli, e deve trovare il modo di sbarcare il lunario per quei due mesi.
L'occasione buona si presenta nella forma del dottor Donald Shirley, un musicista che sta per partire per un tour di concerti
con il suo trio attraverso gli Stati del Sud, dall'Iowa al Mississipi. Peccato che Shirley sia afroamericano, in un'epoca in cui la
pelle nera non era benvenuta, soprattutto nel Sud degli Stati Uniti. E che Tony, italoamericano cresciuto con l'idea che i neri
siano animali, abbia sviluppato verso di loro una buona dose di razzismo.

Organizzatore: Associazione ARCI / Vipiteno

Mercoledì, 15.07.2019 – ore 20,30

Concerto

ORFEO MUSIC FESTIVAL

Orfeo Music Festival

 Concerto classico, programma musicale interessante ed esigente. Nei numerosi concerti studenti di musica, professori noti e artists-in-residence daranno prova delle loro abilità.

Concert: Orfeo Internation Competition Winners, Chamber Music & Opera Scenes - Vincitori del Concosrso Internazionale Orfeo, Musica da Camera e Scene d'Opera

Orfeo International Competition Awards Ceremony
Winners program TBA
Orfeo Music Festival

 CHAMBER MUSIC
John Kiunke (b. 2001), String Trio
Julie Di Lecce, violin
Devin Chang, viola
Hilary Yip, cello

Max Bruch (1838-1920), Acht Stücke, Op. 83: V. Rumänische Melodie
Charlotte Catlett, clarinet
Devin Chang, viola
Yongyu Chen, piano

Ferenc Liszt (1811-1886), Harmonies Poetiques et Religieuses No.3
Bénédiction de Dieu dans la solitude, S. 173/3
Gabriel Donald, piano

OPERA SCENES
Felix Mendelssohn (1809-1847), Aus dem Lobgesang
Emma Thomas, soprano
Regan Hennings, soprano
Connor McKenna, piano

W. A. Mozart (1756-1791), Sull'aria (Le nozze di Figaro)
Emma Thomas, soprano
Regan Hennings, soprano
Connor McKenna, piano

Carl Maria von Weber (1786-1826),”Schelm' halt fest” (Der Freischütz)
Emma Thomas, soprano
Vianca Torres-Orama, mezzo-soprano
John Kiunke, piano

Ingresso libero

Organizzatore: Orfeo Music Festival

Sabato, 27.07.2019 – ore 21,00

Concerto

Orchestra giovanile di fiati dell'Euregio

Euregio Music Camp - Copyright: Wolfgang Alberty

Copyright: Wolfgang Alberty
 

La musica unisce

All'insegna di questo motto nel 2015 è stata creata la Banda Giovanile dell'Euregio, composta dai migliori giovani musicisti provenienti dalle federazioni delle bande del Tirolo, dell'Alto Adige e del Trentino. In occasione della commemorazione del centenario dell'entrata in guerra dell'Italia tenutasi a Innsbruck e durante la festa dell' Euregio a Hall, la Banda Giovanile dell'Euregio ha conquistato il cuore del pubblico. Dal 2016 con l'Euregio Music Camp la collaborazione tra i tre territori in questo ambito ha fatto un salto di qualità e diventa parte integrante del programma annuale dell'Euregio. La cultura, e in modo particolare la musica, unisce le persone. Con l'Euregio Music Camp di Dobbiaco, daremo ogni anno a più di 60 giovani musicisti l'opportunità di suonare insieme nella Banda Giovanile dell'Euregio, di stringere nuove amicizie e di fare preziose esperienze nell'ambito di una mini tournée concertistica nei tre territori.
Auguriamo al team delle Federazioni bandistiche e soprattutto ai direttori Wolfram Rosenberger, Meinhard Windisch e Franco Puliafito di condividere entusiasmo e successo insieme ai giovani musicisti d'eccellenza della Banda Giovanile 2019.
Euregio Music Camp - Copyright: Wolfgang Alberty

Copyright: Wolfgang Alberty
 

Euregio Music Camp

Il progetto

Per la quarta volta l'Ufficio comune dell'Euregio organizza in collaborazione con le federazioni bandistiche del Tirolo, dell'Alto Adige e del Trentino una settimana estiva per giovani musicisti, che si svolgerà dal 20 al 28 luglio 2019 presso il centro culturale dell'Euregio a Dobbiaco. Al termine della settimana estiva la Banda Giovanile dell'Euregio 2019, formata da una sessantina di giovani, sulla scia del successo riscosso lo scorso anno terrà nuovamente un concerto in ciascuno dei tre territori. A Riva del Garda il 26 luglio, a Vipiteno il 27 luglio e a Innsbruck il 28 luglio 2019. I cittadini sono invitati a gustare dal vivo il virtuoso affiatamento degli eccellenti giovani musicisti provenienti dai tre territori dell'Euregio.
Euregio Music Camp - Copyright: Wolfgang Alberty

Copyright: Wolfgang Alberty
www.europaregion.info/musiccamp

Il programma

Wilhelm Wieprecht (arr.: Krause-Lehnitz)
Marcia Trionfale

Daniel-François-Esprit Auber (arr.: Köhle)
Ouverture dell'opera “Fra Diavolo”

Franz Lehár (arr.: Kanz)
Introduzione e musica da balletto dell'operetta “Die lustige Witwe”

Ottorino Respighi (arr.: Schyns)
San Michele Arcangelo

Franco Puliafito
Al Cervino

Franz von Suppé (arr.: Rosenberger)
Ouverture dell'operetta “Afrikareise”

Franco Cesarini
Dynamic Overture

Franz Lehár (arr.: Windisch)
Valzer op. 79

Hardy Mertens
Viva el litro


Ingresso libero

Organizzatore: GECT EUREGIO Tirolo-Alto Adige-Trentino / Bolzano

Domenica, 28.07.2019 – ore 21,00

Concerto:

”I SOLISTI VENETI”

”ENSEMBLE VIVALDI”

I Solisti Veneti - Ensemble Vivaldi

 L'Ensemble Vivaldi è una formazione cameristica composta dai più popolari mebri de “I Solisti Veneti”, l'orchestra fondata nel 1959 da Claudio Scimone, che celebra quest'anno la propria 60.ma stagione concertistica, è stata fondata, nel 1959, e sempre diretta da Claudio Scimone; ha raggiunto rapidamente la vetta dei valori mondiali destando l'incondizionato entusiasmo di pubblico e di critica con più di 6.000 concerti in oltre 90 Paesi, la partecipazione ai massimi Festival Internazionali (oltre 30 concerti al Festival di Salisburgo), una discografia di oltre 350 titoli in LP, CD e DVD, una ricca serie di attività culturali e promozionali e di edizioni musicali e storiche. “I Solisti Veneti” e Claudio Scimone hanno ottenuto i più alti riconoscimenti mondiali in campo musicale, dal Premio Grammy di Los Angeles a numerosi Grand Prix du disque dell'Académie Charles Cros di Parigi e quello dell'Académie du Disque Lyrique, numerosi Premi della Critica Dicografica in Italia e in altri Paesi e così via, fino all'originale Premio del Festival Bar con 350.000 voti di pubblico giovanile. Al Teatro La Fenice di Venezia è stato loro assegnato nel 2008 il Premio “Una vita nella musica” dell'Associazione Rubinstein, considerato allora in Italia come il Nobel della musica. Sono stati al centro di importanti programmi televisivi fra cui “Le Sette Parole” di Haydn nella Cappella degli Scrovegni di Padova (regia di Ermanno Olmi), “Vivaldi peintre de la musique” di François Reichenbach, ecc. Hanno collaborato con i massimi cantanti e solisti della nostra epoca da Placido Domingo a Josè Carreras, June Anderson, Ruggero Raimondi, Andrea Bocelli, Marylyn Horne, Sam Ramey, Itzaak Perlman, Sviatoslav Richter, Jean Pierre Rampal, James Galway, Salvatore Accardo, Uto Ughi per non dirne che alcuni. Sono stati i primi in Italia fin dal 1965 a tenere concerti nelle sedi delle scuole elementari e medie con appositi programmi e presentazioni. Hanno tenuto master class sull' interpretazione della musica veneta nei Paesi Europei , in Venezuela per il “Sistema” di Josè Abreu , negli USA, in Canada , Cina , Oman e Kenya. Hanno riportato alla luce, in concerto e in teatro e in parte pubblicate nelle loro edizioni, centinaia di opere sconosciute del grande patrimonio musicale italiano, rivelando numerosi “grandi” del passato e curando la pubblicazione dell'opera omnia di Giuseppe Tartini. Eseguendo “Il Nascimento dell'Aurora” e “Il Concilio dei Pianeti” di Tommaso Albinoni nonché il suo intermezzo “Pimpinone” hanno rivelato la bellezza dell'opera vocale di Tommaso Albinoni. Molti fra i più noti compositori della nostra epoca, fra cui Ennio Morricone, Giuseppe De Marzi, Bussotti, Donatoni, Malipiero, Halffter, Constant, De Pablo, Corghi, Guaccero, Manzoni, Cadario, hanno dedicato loro musiche a Claudio Scimone e “I Solisti Veneti” e Claudio Scimone creando così una importante letteratura per 10 o più archi solisti. Per dimostrare il legame profondo esistente fra la musica veneta, l'architettura e le arti figurative hanno registrato una serie di DVD di grande importanza quali “Le Stagioni di Vivaldi nelle Ville di Palladio”(Arthaus), “Il Gloria e la musica sacra di Vivaldi in San Marco a Venezia e nella Cappella degli Scrovegni in Padova” (Dynamic), “I Concerti per flauto di Vivaldi con James Galway nel Palazzo Ducale di Venezia” (Hardy Classic) e molti altri. Il Parlamento Europeo, nel proprio 50.mo anniversario, ha dedicato a “I Solisti Veneti” una targa in cui li ha qualificati “promotori straordinari della cultura al di là delle frontiere”. Le Ambasciate d'Italia di Lussemburgo, Bruxelles, Parigi, Vienna e altre hanno affidato a “I Solisti Veneti” le manifestazioni ufficiali di apertura o di chiusura del Semestre italiano di Presidenza della UE. Nel 2015 e nel 2016 Pino Donaggio, che con “I Solisti Veneti” ha esordito come brillante giovane solista agli inizi dell'attività dell'Orchestra, ha dedicato loro una serie molto varia di composizioni raccolta in un CD edito dalla Warner intitolato “Lettere”. Nel 2019, in occasione del 60.mo anniversario dei “Solisti”, il noto cantautore e compositore di colonne sonore ha scritto ulteriori sette brani a loro dedicati che faranno parte del CD “Dal Cinema alla Classica” prossimamente in uscita. Nel nome e nel segno del loro fondatore e Direttore, scomparso nel 2018, “I Solisti Veneti”, il Direttore Artistico Clementine Hoogendoorn Scimone e il Direttore Principale Giuliano Carella continuano a perpetuare l'eredità spirituale ed estetica del Maestro Claudio Scimone.

ANDREEA CHIRA
Andreea Chira

 Andreea Chira, straordinaria e popolarissima giovane artista è la massima erede della grande tradizione rumena di solisti di flauto di Pan assurta a fama universale con i grandissimi Zamfir e Simion Stanciu. Nata da una famiglia di musicisti, sin da bambina ha rivelato il suo amore per la musica e l'interesse per questo strumento musicale: il flauto di Pan.
Il suo talento è stato scoperto a soli 11 anni dal Prof. Stelian Coman e ha compiuto gli studi presso la Scuola di Musica Dinu Lipatti di Bucarest diplomandosi nel 2011 col massimo punteggio. ccessivamente si trasferisce a Vienna dove ha iniziato a studiare Musicologia. Qui inizia la collaborazione con l'ArtCor –Agency e viene invitata a suonare in Lussemburgo, Romania, Austria, Corea, Portogallo, Repubblica Ceca, Francia, Belgio, Italia, Turchia, USA suona con varie grandi orchestre ed è invitata in numersissimi spettacoli televisivi e Festival musicali. Ha collaborato con alcuni grandi musicisti della cultura Austriaca (Hundertwasser e Sisi-Die Seele einer Kaiserin) suonando al Teatro di Stato di Vienna e in altre sedi della massima importanza..
Nel 2007, quando Andreea aveva solo 16 anni, la famosa cantante jazz Aura Urziceanu scopre il suo talento e istituisce per assistere la sua carriera la Fondazione Culturale Aura Urziceanu.
Dal 2012 Andreea Chira suona regolarmente per l'organizzazione internazionale Music Now fondata nel 1977 da Yehudi Menuhin. Nell' estate 2013 Andreea ha registrato il suo primo CD con canzoni composte per il flauto di Pan da Roland Baumgartner la cui casa discografica MCP ha deciso di sostenere e promuovere Andreea. Nel 2016 Andreea Chira viene chiamata alla cattedra di flauto di Pan all' Accademia di Vienna. Dal 2016 insieme al pianista e compositore Adrian Gaspar, Andreea propone il suo nuovo progetto “Classic Meets Jazz Meets Folk”nel quale presenta il suo strumento in un modo del tutto innovativo. Ha iniziato con immenso successo di pubbico la collaborazione de “I Solisti Veneti” diretti da Claudio Scimone con il concerto di Natale 2017 trasmesso in diretta streaming in tutto il mondo.
I Solisti Veneti - Ensemble Vivaldi - Manifesto

 Organizzatore: Associazione ARCI / Vipiteno